Per favore scelga la sua nazione e lingua
Italia, Italiano

Schurter batte Absalon in volata alla BMC Racing Cup di Lugano

14. aprile 2013

Lugano/Tesserete

L'atmosfera di una grande corsa, un'organizzazione impeccabile ed uno splendido clima primaverile hanno fatto da cornice ad un emozionante secondo round della BMC Racing Cup a Lugano/Tesserete. 720 partecipanti in tutte le categorie si sono divertiti sul percorso di 6,1 km, ben noto e apprezzato per i suoi numerosi tratti tecnici. Gli spettatori sono stati testimoni di corse entusiasmanti, culminate nell'attesa lotta fra due giganti del mountain biking: Julien Absalon (BMC Racing) e Nino Schurter (Scott Swisspower).

Ancora una volta, i due avversari hanno condotto una battaglia senza quartiere per la vittoria.
Come in molti altri duelli ad alta tensione a livello di Coppa del Mondo, la gara si è decisa solo nella volata finale. Solo per un breve periodo dopo la partenza i due hanno tollerato la presenza di rivali: Lukas Flückiger è stato ostacolato da una foratura, mentre il vincitore dello scorso anno, Moritz Milatz, ha patito il clima piuttosto caldo. Martin Fanger, giunto poi terzo, è stato l'ultimo a perdere contatto con Schurter e Absalon.

I due favoriti hanno imposto un ritmo forsennato e combattuto una dura lotta fino al traguardo. Un momento critico è stato quando Schurter ha azzardato un sorpasso rischioso su Absalon nell'ultimo tornante appena prima dell'arrivo. L'azione è stata giudicata lecita ed entro i limiti concessi di contatto fisico.

Comunque Absalon non ha perso tempo a lamentarsi della vittoria sfumata. A consolarlo sono state le sensazioni provate lungo il percorso sulla sua nuovissima BMC teameliteTE01 29: "Sono contento di essere riuscito a tenere testa a Nino in discesa con questa fantastica nuova bici. In passato era più veloce di me nelle discese. Ora questa esperienza mi dà molta più sicurezza per i prossimi appuntamenti importanti. E so di essere in buona forma". Anche Schurter è stato colpito dalle prestazioni di Absalon nei tratti in discesa: "Si è avvicinato tanto da arrivare addirittura a spingermi", ha detto il corridore svizzero.

In generale, nelle prime posizioni della categoria "elite" maschile è stata una lotta fra due grandi squadre, entrambe con base in Svizzera: con un'unica eccezione, tutti gli atleti fino all'ottavo posto facevano parte di BMC Racing o di Scott Swisspower. Mentre Schurter ha portato a casa la vittoria nella "elite" per Scott Swisspower, Matthias Stirnemann ha vinto nell'Under-23 (4º posto) per BMC Racing.

Nella gara femminile, Esther Süss (Wheeler-IXS) ha trovato il passo giusto sin dall'inizio. Già nelle prime fasi della corsa si è staccata dalle avversarie, giungendo praticamente incontrastata al traguardo dopo cinque giri in 1:17:49,9. Katrin Leumann (Ghost Factory Racing) è arrivata seconda con quasi un minuto di ritardo. La vincitrice dello scorso anno, Kathrin Stirnemann (Sabine Spitz Haibike Pro Team), ha conquistato il terzo gradino del podio.

Tutti i risultati: www.bmc-racing-cup.ch